Nei meandri della Reggia



Una piccola Versailles o una piccola Reggia di Caserta. La Reggia di Colorno, una stupenda tenuta in provincia di Parma che non avevo mai visitato ma merita una particolare attenzione. Incantevoli quei giardini all'italiana perfettamente curati. Specchio l'uno dell'altro. Statue che sembrano dialogare tra loro, puttini che fanno nascondino tra le fontane, antiche scalinate che sembrano diventare sculture. 






Come in questa foto dove ho colto un particolare e l'ho fatto diventare scultura con un gioco di contrasti in bianco e nero.

Sullo sfondo altri giochi. Giochi di sentieri, giochi di siepi, dove forse una volta giocavano i piccoli nobili di corte.









Si incontrano antiche fontane ancora funzionanti. Sbucano puttini che sembrano giocare a nascondino, piccoli dietro alla maestosità del marmo che fa da recipiente dell'acqua. Piccoli volti simpatici che ispirano tenerezza, dalle forme grassocce e da quelle loro piccole bocche rotonde da cui ancora sgorga l'acqua che crea effetti meravigliosi. Un contrasto di luci e ombre. Un nero deciso, scuro sullo sfondo, il nero che non rivela quello che andremo ad incontrare. L'oscurità in contrapposizione invece al bianco, simbolo della purezza, che contraddistingue il piccolo putto in primo piano. 















Commenti

  1. Grazie per l'interessante reportage!!! Un bacio e felice serata

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

L'artista Paola Bonacini alla ArteArte a Mantova

Incontri dell'anima alla ArteArte di Mantova

L’antica Roma nelle sculture di Agostino Salsedo.