Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2013

Nei meandri della Reggia

Immagine
Una piccola Versailles o una piccola Reggia di Caserta. La Reggia di Colorno, una stupenda tenuta in provincia di Parma che non avevo mai visitato ma merita una particolare attenzione. Incantevoli quei giardini all'italiana perfettamente curati. Specchio l'uno dell'altro. Statue che sembrano dialogare tra loro, puttini che fanno nascondino tra le fontane, antiche scalinate che sembrano diventare sculture. 





Come in questa foto dove ho colto un particolare e l'ho fatto diventare scultura con un gioco di contrasti in bianco e nero.

Sullo sfondo altri giochi. Giochi di sentieri, giochi di siepi, dove forse una volta giocavano i piccoli nobili di corte.









Si incontrano antiche fontane ancora funzionanti. Sbucano puttini che sembrano giocare a nascondino, piccoli dietro alla maestosità del marmo che fa da recipiente dell'acqua. Piccoli volti simpatici che ispirano tenerezza, dalle forme grassocce e da quelle loro piccole bocche rotonde da cui ancora sgorga l'acqua che…

Personaggi che rievocano le fiabe...le donne, i cavalier, l'arme, gli amori

Immagine
"Il piacere di giocare con disegni elementari, forme dal sapore di favola, narrazione delle geometrie che si bilanciano, si riempiono di colori decisi..." Questo l'incipit di un pezzo critico che racchiude bene il segno e il disegno di questi volti femminili reinterpretati dall'artista Uberto Zannoni.
Personaggi fiabeschi, piccole coroncine che spuntano sul velo che portano queste dame.







Le donne, i cavalier, l' arme, gli amori. Volti che rievocano un sapore del passato. Volti che ricordano gli antichi libri di fiabe e favole che sfogliavano magari le nostre nonne, libri dalle pagine ingiallite o sbiadite in contrasto con questi colori forti, decisi, densi che si trovano invece in questa pittura anni '70.









Tanti i rimandi a quelle principesse o dame che abitavano nei castelli o rimandi sempre a quei paesaggi di Zannoni che ricordano quei paesaggi orientali da Mille e una notte e queste donne potevano essere le dame che abitavano quei palazzi.

Echi fiabeschi…

I Paesaggi reinterpretati dall'artista Zannoni

Immagine
"Il Circo"
Stampe serigrafiche d'autore. Uberto Zannoni, artista a 360 gradi, interpretava così i temi dei paesaggi. Dal circo alla metropoli fino ai paesaggi fantastici notturni che realizzò negli anni '70 a Reggio Emilia. 
Colori forti, decisi. Dal rosso caldo al blu freddo, quelli stessi colori poi che utilizzò nel fare anche le sue sculture in ceramica. 
Per passare poi invece a colori come il rosa, il fucsia o il viola negli anni più recenti. 
Assolutamente distinguibile il tratto fermo della mano nel disegnare cerchi e semicerchi delle onde o dei tendoni del circo. Come cerchio e semicerchio sono in contrapposizione il Sole e la Luna che si stagliano su un cielo turchese, spugnato con l'acrilico- La mano viaggia da sola sul foglio come se il pennarello o il pennino sapessero già quale direzione prendere.              
Dalle linee, invece, più geometriche, quasi realizzate con riga e squadra, "La Metropoli". Una personale interpretazione dell'…

Vecchie insegne di Provenza...

Immagine

 Provence...terra di lavanda ma soprattutto terra di arte. Una regione meravigliosa, ogni piccolo paese nasconde angoli e scorci davvero entusiasmanti. Dato che mi piace fotografare i particolari ho concentrato la mia attenzione su queste vecchie insegne in ferro battuto che si trovano solitamente fuori dalle piccole Gallerie o botteghe d'arte.

Tra piccole stradine e stretti vicoli mentre si guarda in alto se ne incontrano una grandissima quantità e ognuna con le proprie caratteristiche.

Qualcuna ci indica nomi di artisti altre il nome della bottega.

Colori e forme originali, ognuna ha la propria caratteristica.





Dalle più classiche a quelle fatte come se fossero una tavolozza da dipingere. Creano un effetto e un'atmosfera unica.
Ma belle sono anche alcune cassette delle lettere. Forse antiche o magari no ma che ritraggono il paese. Una vera e propria opera d'arte fuori da quelle case che sembrano inserite nel paese delle fiabe.