Personale di MAN RAY


Palazzo Casotti fa da cornice alla retrospettiva del surrealista Man Ray. Come spiega il curatore di Fotografia Europea, Elio Grazioli: “il movimento surrealista desidera guardare la realtà ma reinterpretandola. – Continua – Quindi cambia lo sguardo sul mondo e sulle cose. Quando Man Ray fotografa gli oggetti li denominerà poi oggetti d’affezione, cioè carichi di emozioni e stati d’animo.” Le 50 foto esposte fanno una carrellata su tutti i temi toccati dall’artista: dal cinema, alla moda, essendo stato il primo fotografo di moda, ai ritratti di donna fino alle fotografie vintage. All’ingresso troviamo posizionata la macchina fotografica di Man Ray usata negli anni '30.

Commenti

Post popolari in questo blog

L'artista Paola Bonacini alla ArteArte a Mantova

Incontri dell'anima alla ArteArte di Mantova

L’antica Roma nelle sculture di Agostino Salsedo.